ONE DAY ONE VIDEO – bando 2017

Il contest che ti permetterà di essere protagonista di Espressioni Film Festival 2017

17328160_10154458317651847_725248225_n - Copia

il festival di Video e Arti Performative

che si terrà a Crema dal 7 al 22 Ottobre 2017

presso i chiostri del Teatro San Domenico

17392851_10154463555211847_1205372314_n

ti basta avere una videocamera, un tablet o uno smartphone o qualsiasi dispositivo che

ti permetta di fare delle riprese. E poi? dai sfogo alla tua creatività confrontandoti

con il tema del festival ed i vincoli che verranno dati.

L’obiettivo è quello di produrre un video artistico in 24 ore.

Regolamento

Art. 1 Possono partecipare al contest tutte le persone che dimostrino di avere un’attitudine al gioco e al divertimento, e che siano in possesso di una videocamera, uno smartphone o qualsiasi altro dispositivo che permetta di fare riprese video.

Art. 2 Il tema e i “vincoli” verranno consegnati il giorno 7 ottobre  durante l’inaugurazione del Festival Espressioni presso i chiostri del Teatro San Domenico via Verdelli, 6

Art 3  I video dovranno essere opere originali girate nelle 24 ore a disposizione ed avere una durata massima di 5 minuti. Potranno essere dei piano-sequenza oppure effettuati con montaggio, con o senza colonna sonora. Dovranno essere in formato .mov, .avi, mp4 con codifiche diffuse (H264, MPEG-2, MPEG-4).

Art. 4 I video dovranno essere consegnati entro le ore 19.00 del 8 ottobre presso i chiostri del Teatro San Domenico tramite chiavetta USB, scheda SD, o micro-SD.

Art. 5 Le opere selezionate verranno proiettate durante il festival. Alla fine del festival il video più bello e significativo verrà premiato con due biglietti per lo spettacolo SULLA FELICITA’ di Giorgio Rossi in programmazione al Teatro San Domenico di Crema.

Art. 6 La nomina del vincitore sarà decisa dalla Giuria composta appositamente per il contest.

Art. 7  I realizzatori dei video, inviando l’opera, dichiarano di essere titolari di tutti i diritti di utilizzazione della stessa, nessuno escluso, e che i contenuti della stessa non violano le leggi vigenti e che l’opera non presenta contenuti a carattere diffamatorio. In ogni caso si solleva l’organizzazione da ogni responsabilità per il contenuto del corto proiettato in pubblico.

ESPRESSIONI FILM FESTIVAL – bando 2017

17328160_10154458317651847_725248225_n - Copia

È indetto il bando per partecipare alla 10° edizione di “Espressioni” la rassegna di video-danza e video legati alle arti performative ideato da Perypezye Urbane e organizzato in collaborazione con Associazione K.

Quest’anno il festival si avvale della prestigiosa collaborazione dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, in particolare del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale che, per l’edizione 2017, ha delineato il tema del festival e lo ha arricchito con un format educativo attraverso un seminario promosso dal Centro di Ricerca “Youth”, dal Laboratorio di Ricerca Visuale e coordinato da Carmen Leccardi e Maria Grazia Gambardella.

Il tema di quest’anno è “Lo Spaesamento e le forme di re-azione”. In continuità con le edizioni precedenti anche quest’anno l’obiettivo è quello di lasciare la massima libertà di interpretazione e di espressione agli artisti e alle artiste, ponendo particolare attenzione a quella ricerca che porta continuamente ad interrogarsi, ad interrogare il mondo sociale e il nostro posto al suo interno. Quello che ricerchiamo è la più ampia gamma di espressioni per cogliere la vivacità dell’arte contemporanea, ciò che gli artisti e le artiste desiderano trasmettere, la loro visione di sé e della realtà.

Gli appuntamenti della rassegna si terranno ancora una volta in diverse città italiane ed europee proseguendo l’avviata formula della rassegna itinerante. Quest’anno, unitamente al corpus dei video selezionati, anche il seminario universitario approderà nei diversi contesti ospitanti.

 

Regolamento

L’iscrizione al bando è gratuita ed è aperta a tutti. Si può partecipare alla selezione con:

  • Opere prodotte negli ultimi 5 anni e della durata massima di 10 min.
  • Opere che appartengono alle seguenti categorie: performing art (escluse live performance), videoarte, ricerca video, video danza.
  • Ogni video-maker può presentare un massimo di 3 opere
    I formati potranno essere 4:3 o 16:9, e l’estensione dei file .mov
  • Per ogni opera candidata si dovrà inviare via mail un link al video (youtube, vimeo con o senza password, ecc.) allegando una fotografia in formato jpg/300 dpi entro e non oltre il 30 Aprile 2017 all’indirizzo e-mail info[at]perypezyeurbane[dot]org specificando nome e cognome dell’artista.

Solo le opere pervenute entro la data di scadenza e che abbiano rispettato tutti i criteri indicati in questo regolamento, saranno valutate dalla direzione artistica.

 

Opere selezionate

Gli artisti selezionati riceveranno conferma via mail. Le opere selezionate saranno presentate in versione originale. Agli artisti selezionati sarà chiesto di inviare online (via Dropbox o Wetransfer) all’indirizzo info[at]perypezyeurbane[dot]org una versione in formato originale (4:3 o 16:9 con estensione del file .mov) del lavoro entro pochi giorni dalla comunicazione della selezione.

 

Privacy

I partecipanti danno fin d’ora incondizionato consenso, ai sensi della Legge 196/2003 sulla tutela della privacy, all’utilizzo dei dati personali per tutte le iniziative connesse al Premio.

 

Accettazione del bando

La partecipazione al festival implica l’incondizionata accettazione integrale del presente bando.

UNA DONNA CHE STIRA CANTANDO

Florilegio di uomini che amano le donne

Lettura di testi avanguardisti della fine del Novecento.

associazione-k_aperimaru

Performance semiseria del Trio Maffini, Cicognini, Pedrinazzi

con l’intervento critico di Elena Cappellini

mercoledì 28 Dicembre 2016  

ore 19.000

Tutto ebbe inizio in un caldo pomeriggio estivo, ad una grigliata. Umberto Tozzi stava cantando “…apri la porta a un guerriero di carta igienica…”. La nostra memoria è corsa subito ad analoghi pomeriggi estivi di vent’anni prima, spesi a chiedersi chi fosse mai quel guerriero di carta igienica. La fantasia di allora ci portava a immaginare un alfiere fatto di rotoli Scottex che impugnava minaccioso un Asciugone Regina mentre bussava a una porta. E  che dire di “…fammi abbracciare una donna che stira cantando…”?  Freud oppure Walt Disney?

Altra serata indimenticabile!!!

Ecco alcuni momenti della serata.

Grazie a Elisa Tagliati per le bellissime foto e per l’ospitalità.

Grazie Guglielmo per le prelibatezze, ovviamente alle artiste che ci hanno regalato momenti di intensa ilarità e pure un  bellissimo dopo spettacolo. Grazie a tutte e tutti!!!

_mg_5781_ _mg_5783_ _mg_5786_ _mg_5794_ _mg_5799_ _mg_5816_ _mg_5818_ _mg_5819_ _mg_5820_ _mg_5822_ _mg_5829_ _mg_5844_ _mg_5848_ _mg_5851_ _mg_5860_ _mg_5876_ _mg_5879_ _mg_5880_ _mg_5882_ _mg_5883_ _mg_5886_

 

 

ESPRESSIONI FILM FESTIVAL A PAVIA

locandina-espressioni

2016 edition of Espressioni Film Festival, travelling video dance created by Perypezye Urbane and carried out in collaboration with Associazione K.

Edizione 2016 di Espressioni Film Festival, rassegna itinerante di video-danza ideata da Perypezye Urbane e curata da Associazione K.

Il festival, con formula itinerante, si sposta su Pavia. Dopo la tappa cremasca arriva presso gli spazi dell’Associazione Culturale Icantieri in viale Partigiani 23, Pavia.

La tappa pavese prevede due giornate di proiezioni,
dal 19 novembre al 20 novembre
orari SAB 20:30 – 22:30
DOM 10:00 – 14:00

 

Per questa tappa pavese del festival i video proiettati saranno:

– Marco Monfredini Per non perdermi | Not to get Lost
– Gabriele Ottino/Ilaria Quaglia/Michela Pozzo/Leana Cagnotto/Gabriele Daccardi ∆ – You Can Use Your Light Very Well
– KRÅK_collettivo onomatopeico L’odore delle ossa
– Salvatore Insana Distance
– Amalie Vieslev Exchanging Experiments

ed inoltre un video realizzato per il progetto RootsMe Berlin di Perypezye Urbane:

– Maruska Ronchi/Collettivo K Dance with me in Berlin.
VI ASPETTIAMO!
Portate con voi amici!

Per INFO: Elisa Sbaragli 329 61 85 643
associazionek@gmail.com

ATSUSHI TAKENOUCHI JINEN Butoh Performance

Siamo lieti di presentarvi una serata interamente dedicata alla Danza Butoh

Atsushi A4 ph Tomohisa Saito

Abbracciato dal vuoto tra cielo e terra
performance di danza Butoh
Atsushi Takenouchi: danza
Hiroko Komiya: musica

Nato in questo spazio tra cielo e terra ho attraversato una serie di incontri e di separazioni.
A volte con gioia, con pianto, con sofferenza.
Voglio continuare a danzare selvaggiamente, bere e cantare fino a perdere la voce.

Tutte le persone, tutti gli esseri viventi intonano il ritornello della loro  propria esistenza tra il cielo e la terra

Atsushi Takenouchi

E’ entrato a far parte della compagnia di danza butoh “Hoppo-Butoh-ha” di Hokkaido nel 1980. La sua ultima performance con la compagnia “Takazashiki” (1984) fu coreografata dal fondatore della danza butoh Tatsumi Hijikata. Atsushi ha cominciato poi il suo proprio stile di butoh che ha chiamato “Jinen Butoh” nel 1986 creando i due soli “Itteki” e “Ginkan” come universale espressione della natura, della terra e dei tempi antichi, le impressioni del momento, gli incontri con le persone e con l’ambiente.  Ha intrapreso un tour di 3 anni portando il suo JINEN Butoh attraverso il Giappone per 600 improvvisazioni site-specific (1996-1999). Durante questo periodo ha cominciato ad essere ispirato dallo spirito dell’universo di Kazuo Ohno e Yoshito Ohno. Dal 2002 si è spostato in Europa, lavorando in collaborazione con diversi danzatori e attori in Francia, Polonia, Stati Uniti e altri paesi. Ha partecipato a diversi festival come quello di Avignone, Parigi, New York presentando i suoi lavori. Nello stesso tempo ha collaborato alla realizzazione di film, come  il video “Ridden by nature” che ha vinto molti premi.
 

in apertura della serata
Going home performance di danza butoh di Maruska Ronchi
“Prendiamo il sentiero paludoso per arrivare alle nuvole”   (Issa)
A volte dobbiamo viaggiare molto per sentirci nuovamente a casa.
A volte la casa la troviamo molto lontano. La casa può essere un luogo fisico ma anche
spirituale. La casa è fatta di incontri, condivisione di storie, vissuti.
La casa è il nostro corpo, che è anche lo scrigno di tutti i nostri vissuti e ce lo portiamo in
giro come la lumaca il suo guscio. Guscio che raccoglie l’energia dell’universo.
Macrocosmo riflesso nel microcosmo. All’interno di esso possiamo trovare noi stessi e
quindi poterci riflettere negli altri e sentirci a casa ovunque.
Un viaggio personale attraverso l’esistenza. Una riflessione sulla relazione con il diverso e
di come i momenti critici possano essere una risorsa per comprendere se stessi e ciò che
ci circonda e possano trasformarsi in momenti di svolta.
  Dedicata a tuti i migranti

Maruska Ronchi  danzatrice, performer e coreografa. Allieva di Atsushi Takenouchi, si forma anche con Yumiko Yoshioka, Imre Tohrmann, Carlotta Ikeda, Minako Seki, Rhizome Lee, Kea Tonetti, Lobsang.
E’ diplomata in danza contemporanea presso il CIMD di Milano diretto da Franca Ferrari.
Dal 2008 al 2013 lavora come interprete danzatrice, attrice e coreografa con le compagnie Teatro all’Improvviso (Italia) e Associ
Collabora dal 2008 al 2013 con compagnie di teatro italiane (Teatro all’Improvviso) ed estere  (Association 16 rue de Plaisance) come danzatrice, attrice e coreografa.Lavora come interprete per l’artista internazionale Tino Sehgal, per le coreografe Clelia Moretti, Maresa Cancelli, Maria Carpaneto (Compagnia Filo di Paglia).

Intraprende una propria ricerca coreografica,  in collaborazione con diversi artisti, musicisti, performer e videomaker tra cui Bob Roth (musicista), Michele Giuliani (musicista) Silvia Alfei (coreografa), Andrea Clauser (videomaker).

Dipolomata presso il CIMD  di Milano diretto da Franca Ferrari. Studia, fra gli altri, con Dominique Dupuy, Hervé Diasnas, Nina Dipla (FOLKWANG OCHSCULE, PINA BAUSCH), Guy Shomroni (BATSHEVA ENSEMBLE, Israele), Erion Kruja and Merel Lammers (HOFESH SHECHTER COMPANY), Frey Faust, Ariella Vidach, Rosita Mariani, Pierre Doussaint, Pippo Delbono.

Conosce la danza butoh attraverso l’incontro con Atsushi Takenouchi che diventerà il suo maestro.  Aprrofondisce lo studio della danza butoh anche con Yumiko Yoshioka, Carlotta Ikeda, Imre Thormann,  Kea Tonetti, Lobsang. Presenta le sue performance di danza butoh in diversi contesti e festival in Italia.

info  associazionek@gmail.com

ESPRESSIONI Film Festival

Espressioni Film Festival|Edizione 2016

2016 edition of Espressioni Film Festival,  travelling video dance created by Perypezye Urbane and carried out in collaboration with Associazione K.

Edizione 2016 di Espressioni Film Festival, rassegna itinerante di video-danza ideata da Perypezye Urbane e curata da Associazione K.

espressioni 2016 facce orizzontale

Il festival, con formula itinerante, prevede diverse tappe e sarà ospitato nel corso del 2016 in rassegne ed eventi in diverse città italiane e straniere:

  • Forte Marghera (VE) – 7-11 settembre – Electro Camp – C32 performingartworkspace Forte Marghera (VE)
  • Crema – 17 settembre-2 ottobre – Espressioni Film Festival – Teatro San Domenico – Crema
  • Pavia – 19-20 novembre – Icantieri – Pavia
  • Milano – dicembre – Teatro CRT – Milano
  • Berlino (Germania) – data in via di definizione – Berlino, Germania
  • Kinosaki (Giappone) – data in via di definizione – Kinosaki International Arts Center – Kinosaki, Giappone

Sono inoltre già previste due tappe nel 2017:

  • Catania – 4-7 gennaio – Scenario Pubblico – Catania
  • Faenza (RA) – dicembre – WAM! Festival – Faenza

 

Durante le tappe del festival saranno proiettati i video selezionati con il bando:

  • Marco Monfredini Per non perdermi | Not to get Lost
  • Gabriele Ottino/Ilaria Quaglia/Michela Pozzo/Leana Cagnotto/Gabriele Daccardi  ∆ –  You Can Use Your Light Very Well
  • Lucia Moretti/Chiara Silvestri/Vanni Vallino Stillnext
  • Augenblik /si:/
  • Michele Manzini Snags in Palladio
  • Bianca Serena Truzzi È tutto nella pancia
  • KRÅK_collettivo onomatopeico L’odore delle ossa
  • Salvatore Insana Distance
  • Amalie Vieslev Exchanging Experiments
  • Marianna Andrigo/LeStraniere how to disappear completely
  • Elvira Frosini/Emiliano Martina/Kataklisma Italia

e inoltre un video realizzato per il progetto RootsMe Berlin di Perypezye Urbane:

  • Maruska Ronchi/Collettivo K Dance with me in Berlin.